ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Secondo giorno di sciopero dei trasporti. Il governo tratta con i sindacati

Lettura in corso:

Secondo giorno di sciopero dei trasporti. Il governo tratta con i sindacati

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia si prepara alla seconda giornata di sciopero contro la riforma del regime pensionistico. Nonostante l’accordo raggiunto ieri tra sindacati e governo per l’avvio di una trattativa, i trasporti pubblici, in tutto il paese, dovrebbero subire anche oggi, pesanti condizionamenti.

A peggiorare la situazione, il clima.

“Ho freddo, sono qui da 3/4 ore, mi viene da piangere”.

É solo uno dei commenti rubati ieri ai francesi costretti a fare i conti con lo sciopero dei treni, degli autobus e di molte linee della metropolitana.

Una parte della Francia è scesa in piazza per protestare contro la riforma che cancella i regimi speciali, cioè il privilegio, per alcune categorie di lavoratori, di andare in pensione con 37 anni e mezzo di contributi invece che con 40.

“Non abbiamo avuto ció che chiediamo – afferma uno dei leader sindacali, Bernard Thibault, della CGT – cioè tutte le parti interessate riunite allo stesso tavolo e dall’altra parte i rappresentanti dello stato”.

In realtà i sindacati hanno ottenuto qualcosa di simile. Il presidente Nicolas Sarkozy ha accettato di organizzare per ciascuna categoria speciale di lavoratori una riunione tripartita cui partecipino rappresentanti dei sindacati, dell’azienda e dello Stato. Il presidente ha concesso alle parti un mese di tempo per trovare un accordo.

Ma almeno per oggi, insieme alle trattative, proseguono anche gli scioperi.