ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, lo sciopero dei treni lascia milioni di viaggiatori a piedi

Lettura in corso:

Germania, lo sciopero dei treni lascia milioni di viaggiatori a piedi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sta provocando forti disagi in Germania lo sciopero dei treni per il servizio passeggeri cominciato stanotte. L’agitazione, proclamata dal sindacato dei macchinisti Gdl, è prevista sino all’una di notte di sabato. Il sindacato chiede forti aumenti salariali e ha respinto il 4,5%, concordato tra le ferrovie tedesche e altre associazioni. “La Deutsche Bahn non ha alzato l’offerta – ha detto Sven Schimmte, macchinista – . Vogliamo mostrare la nostra determinazione e fare pressione sulla dirigenza della società”.

Lo sciopero dei treni passeggeri si aggiunge a quello dei treni merci, cominciato ieri a mezzogiorno. Si tratta dell’agitazione sindacale più grave mai attuata in Germania e che potrebbe costare alla prima economia europea 50 milioni di euro al giorno. “I problemi potevano essere risolti prima – dice Karl Friederich Rausch, portavoce Deutsche Bahn – . Vogliono la nostra resa incondizionata, ma questo non accadrà”.

I disagi hanno interessato milioni di viaggiatori, soprattutto pendolari. La società di trasporti prevede che circa la metà dei treni regionali non entreranno in servizio. Sulle reti urbane la situazione è leggermente migliore: a Berlino saranno operativi circa il 20% dei metro, il 40% ad Amburgo.