ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela: Chavez minaccia ripercussioni su investimenti spagnoli dopo il battibecco con il re Juan Carlos

Lettura in corso:

Venezuela: Chavez minaccia ripercussioni su investimenti spagnoli dopo il battibecco con il re Juan Carlos

Dimensioni di testo Aa Aa

Tira brutta aria per le banche spagnole in Venezuela. Dopo il battibecco con il re di Spagna il presidente Hugo Chavez ha minacciato ripercussioni sugli investimenti spagnoli. “Per noi non sono indispensabili”, ha detto. Tra gli obiettivi ha citato le banche Santander e Bbva. Chavez ha chiesto le scuse di Juan Carlos e ha paragonato il suo atteggiamento a quello dei colonizzatori spagnoli verso gli indios. “Li fecero tacere non perché li fecero sottomettere a un ordine reale, ma perché tagliarono loro la gola, fu il solo modo per farli stare zitti”, ha detto Chavez.

La reazione del premier spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero è stata diplomatica e conciliante. Il primo ministro ha auspicato il ritorno di buone relazioni tra i due Paesi e ha esortato a riprendere il cammino giusto. “Cerca dei nemici esterni per far sopravvivere il suo regime”, è la tesi dell’ex premier spagnolo José Maria Aznar da cui sabato scorso a Santiago del Cile durante il summit ibero-americano è nato tutto. Chavez aveva definito fascista l’ex primo ministro per aver sostenuto un colpo di stato, poi fallito, contro di lui. Zapatero aveva preso le difese del suo predecessore, interrotto più volte da Chavez, fino a quando Juan Carlos gli ha detto di tacere.