ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il centro-destra di Rasmussen si conferma alla guida della Danimarca

Lettura in corso:

Il centro-destra di Rasmussen si conferma alla guida della Danimarca

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha vinto. Per la terza volta guiderà il suo paese. Nessuno, in Danimarca, aveva ottenuto tre mandati consecutivi. C‘è riuscito Anders Fogh Rasmussen, il primo ministro uscente. Il suo partito, i liberali, si sono confermati la prima forza politica. Sarà a capo di una coalizione di centro-destra, non è chiaro, ancora, da chi sarà composta.

Liberali e conservatori non hanno la maggioranza parlamentare. Non la raggiungono neppure con il sostegno dell’estrema destra del Partito del popolo danese. Determinante sarà Nuova Alleanza, la nuova forza centrista, che ha sempre escluso di allearsi con l’estrema destra.

“Questa vittoria è storica – ha affermato Rasmussen – per la terza volta il partito liberale vince le elezioni e per la terza volta si conferma primo partito del paese”.

Rasmussen non ha chiarito in compagnia di chi intenda affrontare le sfide che lo attendono nei prossimi 4 anni.

Vincitore, certo, non trionfatore. Rasmussen aveva voluto elezioni anticipate per smarcarsi dall’estrema destra, per avere le mani libere per attuare la sua politica, invece si trova nella stessa situazione che ha preceduto le elezioni. Anzi peggio: gli alleati da accontare ora rischiano di essere tre e non due soltanto.