ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Danimarca alle urne, la sfida all'ultimo voto tra Rasmussen e i socialdemocratici

Lettura in corso:

Danimarca alle urne, la sfida all'ultimo voto tra Rasmussen e i socialdemocratici

Dimensioni di testo Aa Aa

Elezioni politiche oggi in Danimarca, e il risultato è tutt’altro che scontato. Quando ha convocato le elezioni anticipate, il premier Anders Fogh Rasmussen godeva di un ampio consenso, ed era sicuro di ottenere un terzo mandato. Aveva mantenuto le sue promesse: pugno di ferro in materia di immigrazione, e un’ economia fiorente sostenuta da una serie di liberalizzazioni e tagli alle tasse.

Ma la popolarità del premier liberale è diminuita nelle ultime settimane.

Ora i sondaggi prevedono un testa a testa con l’opposizione: la leader socialdemocratica Helle Thorning-Schmidt ha raccolto consensi con la sua linea più morbida nei confronti degli stranieri e soprattutto con la promessa di più servizi sociali, anche a costo di non ridurre le tasse.

E se nessun sondaggio dà all’opposizione la maggioranza assoluta, anche Rasmussen potrebbe avere difficoltà a tenere in piedi una coalizione: il suo alleato centrista, Nasser Kadher, di origine siriana, difficilmente potrebbe stare al governo assieme al Partito del popolo danese, la formazione di estrema destra, che ha basato la sua campagna sulla lotta all’immigrazione, e che è stata finora un sostegno sicuro per il governo Rasmussen.