ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Benazir Bhutto nuovamente agli arresti domiciliari

Lettura in corso:

Benazir Bhutto nuovamente agli arresti domiciliari

Dimensioni di testo Aa Aa

La leader dell’opposizione pachistana Benazir Bhutto è stata posta agli arresti domiciliari, di nuovo. Venerdì scorso la polizia aveva circondato la sua abitazione di Islamabad per impedire un raduno contro il presidente Musharraf, questa volta lo stesso scenario si è ripetuto a Lahore – attorno alla casa di un dirigente del suo partito dov‘è ospitata.

Dalla città, che si trova 270 chilometri a sud-est della capitale, doveva partire oggi un corteo di auto verso Islamad per chiedere al capo dello Stato di abbandonare la divisa di comandante delle forze armate e di revocare lo stato d’emergenza. La manifestazione, promettono i sostenitori di Bhutto, si terrà lo stesso.

Da Londra intanto i ministri degli esteri dei Paesi del Commonwealth hanno minacciato di sospendere il Pakistan dall’organizzazione che riunisce principalmente le ex colonie britanniche.

“Chiediamo al presidente del Pakistan Musharraf di ripristinare la costituzione e adottare le misure necessarie per garantire le elezioni democratiche previste per gennaio”, ha detto il premier britannico Gordon Brown.

La sospensione dal Commonwealth, un atto più che altro simbolico, potrebbe avere conseguenze sul versamento degli aiuti internazionali al Pakistan. Ma disponendo della bomba atomica, il presidente Pervez Musharraf, continua a tenere il coltello dalla parte del manico.