ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Autorità russe indagano su tragedia Mar Nero

Lettura in corso:

Autorità russe indagano su tragedia Mar Nero

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo il disastro si cercano le responsabilità. Le autorità russe vogliono fare chiarezza sulla tragedia di domenica, quando cinque navi sono affondate nelle acque del Mar Nero riversandovi migilaia di tonnellate di idrocarburi, zolfo e materiali ferrosi. Un revisione delle regole di navigazione è stata lanciata. Armati di rastrelli, circa cinquecento soldati russi hanno raggiunto gli uomini della protezione civile, impegnati a ripulire la costa divorata dalla melma nera.

Il premier russo Viktor Zubkov, giunto sul posto, ha detto che in una settimana gran parte del liquido inquinante sarà recuperato e che si cercheranno eventuali responsabili. Una revisione delle regole di navigazione è stata lanciata. La peggiore tempesta degli utlimi decenni nell’area, ha colpito lo Stretto di Kerch, che collega il Mar Nero al Mare di Azov.

Le acque hanno fino ad ora restituito tre corpi, mentre una ventina di marinai mancano ancora all’appello. Le cattive condizioni atmosferiche, cioè pioggia, vento e nebbia, hanno reso le operazioni di ricerca difficili. Il danno ambientale è ingente. Almeno trentamila uccelli sono morti, altrettanti sono soffocati dal liquido vischioso. Senza considerare la moria dei pesci.