ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accuse piu' leggere per l'Arca di Zoè. E' la richiesta degli avvocati dell'ong ai giudici di N'Djamena

Lettura in corso:

Accuse piu' leggere per l'Arca di Zoè. E' la richiesta degli avvocati dell'ong ai giudici di N'Djamena

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli avvocati dell’Arca di Zoè, l’ ong accusata dalle autorità del Ciad di sequestro di minori, hanno chiesto un alleggerimento delle accuse. I 6 membri dell’associazione, ancora trattenuti a N’djamenà insieme al personale aereo spagnolo e belga, rischiano, secondo le leggi del Ciad, fino a 20 anni di lavori forzati.

“Le accuse formulate contro di loro potrebbero essere ridimensionate – ha dichiarato l’avvocato dell’ong Gilbert Collard – per adesso va tutto bene, ma ci sono altre cose che devono essere considerate”.

Intanto di fronte al palazzo di Giustizia di N’djamenà si continua a manifestare contro le dichiarazioni del presidente francese Nicolas Sarkozy, che martedi’ aveva promesso di andare a riprendere tutti e sei i francesi ancora in Ciad, “qualsiasi cosa avesso fatto”.

Tornato sui suoi passi, il presidente francese ha ribadito oggi, durante un incontro all’Eliseo con i familiari dei membri dell’ong ancora in Ciad, l’importanza della cooperazione tra le autorità dei due Paesi.