ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles contraria agli aiuti ai pescatori francesi

Lettura in corso:

Bruxelles contraria agli aiuti ai pescatori francesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Contr’ordine. Le sovvenzioni che la Francia ha promesso ai pescatori, in difficoltà per l’aumento del prezzo del carburante, sono aiuti di stato illegali. Dopo le iniziali aperture, Bruxelles ha inferto un duro colpo al presidente francese Nicolas Sarkozy, promotore del piano. Duro e inatteso. Gli spifferi sfuggiti dai corridoi della Commissione attribuivano al progetto buone possibilità di essere accolto.

“Gli aiuti distribuiti a pioggia alle imprese di pescatori per assisterle nella loro attività non sono compatibili con le regole comunitarie sugli aiuti di stato – ha affermato la portavoce della Commissione – la soluzione non consiste nel garantire sovvenzioni ma nell’affrontare il problema di fondo, cioè la ristrutturazione del settore della pesca”.

Un punto del progetto Sarkozy ha acceso nella Commissione la spia del dubbio. Il governo francese ha previsto di accollarsi il sovrapprezzo del gasolio pagato dai pescatori. Inammissibile, per Bruxelles.