ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stati Uniti: sceneggiatori di cinema e tv in sciopero, chiedono un aumento dei diritti d'autore

Lettura in corso:

Stati Uniti: sceneggiatori di cinema e tv in sciopero, chiedono un aumento dei diritti d'autore

Dimensioni di testo Aa Aa

L’industria americana dell’intrattenimento rischia la paralisi. Gli sceneggiatori del cinema e della televisione sono in sciopero, a oltranza. Picchetti a Hollywood come a New York: le menti dello spettacolo chiedono un aumento dei diritti d’autore quando le loro opere sono diffuse via internet o telefonini.

Lo sciopero, il primo in vent’anni, è stato deciso dopo il fallimento delle trattative con i produttori. “In passato con le videocassette e i dvd non ottenemmo un accordo giusto”, ha detto il presidente del sindacato sceneggiatori della costa est, Michael Winship. “Non vogliamo che accada lo stesso con i nuovi media. Agli studios e ai network diciamo una cosa molto semplice: quando voi fate soldi, anche noi vogliamo fare soldi”.

Lo sciopero dovrebbe avere un maggior impatto sui programmi tv: sono trasmesse solo le repliche di talk show come quello di Jay Leno e di serie come Heroes, sulla Nbc. L’ultimo sciopero degli sceneggiatori nell’‘88, durato 22 settimane, era costato 500 milioni di dollari. Le perdite di quello che comincia oggi potrebbero ammontare a un miliardo.