ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Elezioni a gennaio, gli Usa chiedono il ripristino della democrazia


mondo

Elezioni a gennaio, gli Usa chiedono il ripristino della democrazia

Nessun rinvio delle elezioni legislative in Pakistan, dove dopo l’imposizione dello stato di emergenza continua la repressione contro l’opposizione. Si voterà a metà gennaio, ha assicurato il premier Shaukat Aziz, ma il timore è un rinvio, anche di un anno.

Stati Uniti, Unione Europea e Nazioni Unite hanno esortato il presidente Pervez Musharraf a ritirare le misure straordinarie. Il generale, salito al potere con un colpo di stato nel ’99, si è detto pronto ad abbandonare il suo ruolo di capo delle forze armate. Molti ritengono che abbia destituito la Corte Suprema per evitare l’annullamento del voto che lo ha riconfermato al potere. I giudici dovevano valutare la compatibilità tra i suoi due incarichi.

Washington ha chiesto a Islamabad il ripristino della democrazia e ha minacciato di sospendere gli aiuti, anche se non quelli militari.

Il movimento degli avvocati ha manifestato di nuovo a Lahore contro lo stato di emergenza giustificato da Musharraf con l’ostilità dei giudici e il moltiplicarsi di attentati terroristici. Negli ultimi giorni 1500 persone sono state arrestate o poste agli arresti domiciliari.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Da Commissione europea proposta per raccolta dati contro terrorismo