ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ankara vara sanzioni destinate a colpire il Kurdistan iracheno

Lettura in corso:

Ankara vara sanzioni destinate a colpire il Kurdistan iracheno

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia ha deciso di attuare sanzioni economiche, militari, politiche e diplomatiche contro il gruppo curdo Pkk e coloro che lo aiutano nel nord dell’Iraq. Il governo non ha specificato nel dettaglio quali misure verranno adotatte ma secondo molti includeranno una diminuzione del traffico e degli scambi transfrontalieri e una riduzione dell’esportazione di energia elettrica.

Sanzioni del genere penalizzerebbero la regione autonoma del Kurdistan iracheno, il cui governatore è inviso alla Turchia per non aver represso le attività del Pkk nel suo territorio.

I turchi che vivono al confine con l’Iraq sono preoccupati. Al posto di frontiera di Habur i camionisti pensano che quello sarà il primo ad essere chiuso: “La nostra unica fonte di reddito è il valico di confine di Habur – dice un camionista turco -. Se lo chiudono dovremo tornare nei nostri villaggi a non far niente”.

Intanto i soldati turchi hanno cominciato a bonificare le zone di confine, probabilmente minate nel corso degli anni dai guerriglieri del Pkk. Preparativi che rendono la possibilità di un’offensiva terrestre sempre più plausibile.