ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, Mohammed l'egiziano assolto per la strage dell'11 marzo '06

Lettura in corso:

Spagna, Mohammed l'egiziano assolto per la strage dell'11 marzo '06

Dimensioni di testo Aa Aa

Si conclude con ventun condanne e sette assoluzioni il processo per gli attentati dell’11 marzo 2004 a Madrid. Una strage in cui persero la vita 191 persone.

I giudici spagnoli della Audiencia National hanno stabilito pene esemplari per gli autori materiali: il marocchino Jamal Zougam, responsabile per aver piazzato le bombe, è stato condannato a 40mila anni di carcere. Analogo verdetto per Othman el Gnaoui, anch’egli marocchino, che aiutò a reperire l’esplosivo, e per lo spagnolo Emilio Suarez Trashorras. Condanne che verranno commutate in 40 anni effettivi di carcere, come prevede il codice penale spagnolo.

Il presidente del tribunale, Javier Gomez Bermudez, ha affermato che non ci sono dubbi sulla matrice islamica dell’attentato: “E’ esclusa qualsiasi partecipazione dell’Eta”, ha detto il magistrato, smontando definitivamente l’ipotesi di un complotto tra indipendentisti baschi e cellula islamica.

Ha destato sorpresa l’assoluzione di Osman Rabei, detto Mohamed l’egiziano, a lungo considerato la mente degli attentati, che ha seguito la lettura della sentenza per videoconferenza dal Palazzo di Giustizia di Milano. La sentenza ha fissato anche i risarcimenti alle famiglie delle vittime. Gli indennizzi vanno da 30 mila a un milione e mezzo di euro.