ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I monaci tornano in piazza in Myanmar, è la prima volta dalla repressione

Lettura in corso:

I monaci tornano in piazza in Myanmar, è la prima volta dalla repressione

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta dalla repressione di fine settembre, i monaci buddisti sono tornati in piazza nel Myanmar. Sono circa in 200 i religiosi che hanno marciato, pregato e cantato nella città di Pakokku, vicino alla nuova capitale Naypyidaw. Pakokku, uno dei principali centri spirituali della ex Birmania, è la stessa città dove lo scorso 5 settembre erano avvenute le prime proteste, poi dilagate alla vecchia capitale Rangoon e a tutto il Paese.

La repressione, secondo le autorità ufficiali, ha provocato dieci vittime, ma sarebbero molte di più secondo organizzazione non governative. Intanto c‘è attesa per la seconda missione dell’inviato dell’Onu, Ibrahim Gambari, che sarà in Myanmar dal 3 all’8 novembre.