ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Onu contro Usa sull'embargo a Cuba

Lettura in corso:

Onu contro Usa sull'embargo a Cuba

Dimensioni di testo Aa Aa

L’assemblea generale dell’Onu chiede la fine dell’embargo statunitense contro Cuba. La risoluzione, non vincolante, è stata votata quasi all’unanimità per il sedicesimo anno consecutivo. 184 i voti favorevoli, 4 i contrari, una astensione. Il testo ribadisce a Washington “la necessità di porre un termine alle sanzioni economiche, commerciali e finanziarie imposte dagli Stati Uniti”. Il ministro degli esteri cubano Felipe Perez Roque commenta: “L’embargo è oggi il principale ostacolo allo sviluppo e al benessere dei cubani e una violazione flagrante, massiccia e sistematica dei diritti del nostro popolo.”

Washington, per bocca del suo ambasciatore all’Onu, respinge le critiche al mittente: “I problemi di Cuba non derivano dalle decisioni degli Stati Uniti ma dall’embargo sulle libertà che il regime cubano ha imposto al proprio popolo.” Secondo il governo dell’Avana, le perdite economiche dell’isola caraibica causate dalle sanzioni dal 1962 ad oggi ammonterebbero a oltre 150 miliardi di euro. La settimana scorsa, il presidente statunitense George Bush aveva difeso l’embargo, descrivendo Cuba come un regime coperto di vergogna e in agonia e incoraggiando i cubani a fare pressioni per rendere democratico il loro Paese.