ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ciad, incriminati per rapimento i nove francesi

Lettura in corso:

Ciad, incriminati per rapimento i nove francesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Ciad processerà per rapimento, truffa e favoreggiamento i sedici cittadini europei arrestati giovedi’. Aumenta la preoccupazione per i nove membri dell’associazione “L’Arche de Zoé”, che aveva organizzato l’affidamento – a famiglie francesi e belghe – di 103 bambini ritenuti in un primo momento orfani del Darfur. Si complica inoltre la situazione per i sette membri dell’equipaggio spagnolo del volo charter che avrebbe dovuto portare in Europa i piccoli.

Antonio Cajal, della compagnia aerea coinvolta, ha manifestato tuttavia ottimismo: “Ci hanno detto di avere fiducia nel governo del Ciad. Piano piano si dovrebbe fare chiarezza e ci auguriamo che presto i nostri colleghi possano ritornare in Spagna dalle loro famiglie”.

Non ha potuto nascondere invece la sua apprensione Eduardo Munoz, padre del copilota trattenuto in Ciad: “Non capiamo che cosa sta succedendo e quando vediamo nostro figlio in tv in quelle condizioni per noi è terribile”.

Per i sedici imputati è stato organizzato il trasferimento da Abéché, vicino al confine col Sudan, a N’Djamena, la capitale del Ciad.

In Europa la vicenda ha sollevato polemiche e creato sconcerto. La Francia, solidale con le autorità del Ciad, ha definito illegale l’operazione dell’ong incriminata, mentre la Spagna ha chiesto che si rispetti la presunzione di innocenza per gli accusati.