ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli argentini da un Kirchner all'altra in nome della crescita

Lettura in corso:

Gli argentini da un Kirchner all'altra in nome della crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

Con la vittoria della prima presidente donna eletta in Argentina, la dinastia peronista dei Kirchner può proseguire nella sua lotta contro la povertà.

È almeno quel che credono gli elettori che hanno votato per Cristina Fernandez, moglie e principale collaboratrice del presidente uscente Nestor Kirchner. A partire dal 10 dicembre i ruoli saranno invertiti, ma la politica economica non subirà scossoni.

La Fernandez, una primera dama mai all’ombra del consorte, ha vinto con il maggiore scarto nella storia dell’Argentina democratica. Che cosa si aspettano gli argentini da lei? “Crescita, uguaglianza sociale e avere tutti qualcosa in cui sperare”, risponde un elettore. Mentre un altro appare più disincantato: “Le solite cose. Io dovrò continuare a lavorare, loro continueranno a governare e i corrotti continueranno a essere corrotti”.

Cristina è la terza donna a decidere il destino degli argentini dalla Casa Rosada, dopo l’indimenticata Evita, mai diventata “presidenta”, e Maria Estela Martinez, succeduta a Peron alla sua morte.