ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ciad: traffico di bambini, i 17 europei rischiano la condanna

Lettura in corso:

Ciad: traffico di bambini, i 17 europei rischiano la condanna

Dimensioni di testo Aa Aa

Rischiano la condanna per sequestro di minori i diciassette europei, arrestati in Ciad. Tra loro nove francesi, la maggior parte membri dell’ong “Arche de Zoè”, fermati a Abechè, nell’est, mentre tentavano di portare in Francia 103 bambini.

Un’ “evacuazione sanitaria” di orfani dal Darfur per l’associazione. Bambini sottratti alle loro famiglie per darli in adozione in Europa secondo il presidente del Ciad, Idriss Deby. “Perchè portarli in Europa, per venderli a organizzazioni di pedofili?Mi sembra evidente”, ha detto Deby.

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha condannato l’operazione della ong come “illegale e inaccettabile”. Ma il sottosegretario agli Esteri e ai diritti umani Rama Yade ha assicurato la massima protezione ai connazionali. Sulla vicenda la giustizia francese ha aperto un’inchiesta e sospetta l’Arche de Zoè di aver tentato di fare da intermediario nel campo dell’adozione illegale.

“Nessuno può credere sinceramente che le famiglie di accoglienza siano dei punti di riferimento per pedofili come ha detto il presidente del Ciad”, ha affermato l’avvocato dell’ong Gilbert Collard, “e non si può neanche pensare che dietro ci sia un traffico di organi. Questo fa capire che c‘è una volontà di montare la storia per un obiettivo politico”.

L’origine dei bambini non è ancora chiara. Molti piccoli secondo Unicef Francia provengono dal Ciad. In questo Paese a novembre dovrebbe cominciare il dispiegamento della forza di stabilizzazione dell’Eufor. Deby ha rassicurato Sarkozy che l’operazione non sarà messa in causa dalla vicenda dell’Arche de Zoè.