ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ciad, fermati 17 europei per traffico di bambini

Lettura in corso:

Ciad, fermati 17 europei per traffico di bambini

Dimensioni di testo Aa Aa

Si infittisce il giallo in Ciad dopo l’arresto di nove francesi appartenenti all’Ong “Arca di Zoe”, fermati con l’accusa di rapimento e traffico di bambini. Oltre ai cooperanti francesi sono stati fermati anche un pilota belga e sette spagnoli – membri di un equipaggio – accusati dal presidente del Ciad in persona, Idriss Deby, di aiutare un’organizzazione pedofila.

L’Arca di Zoe è un’organizzazione che promuove l’adozione di orfani del Darfur. Gli spagnoli fanno invece parte dell’equipaggio del volo charter che avrebbe dovuto portare in Francia i piccoli, di età compresa tra 1 e 8 anni.

E sarebbero stati proprio i bambini, prelevati ad Abéché, vicino al confine col Sudan, a raccontare alle autorità di essere stati attirati da uomini che avevano offerto loro dei dolci mentre i genitori lavoravano nei campi.

Dura la condanna di Parigi che ha definito illegale l’operazione dell’Ong. Il presidente Nicolas Sarkozy ha contattato il suo omologo del Ciad per discutere della situazione.

“Si è trattato di un’operazione illegale e di un atto irresponsabile”, ha detto il sottosegretario francese agli Esteri e per i Diritti Umani, Rama Yade. “Possiamo solo aspettare che l’inchiesta faccia luce su quanto è accaduto. Noi concordiamo perfettamente col presidente Deby e riteniamo che questa operazione non doveva essere fatta”.

Secondo quanto riferito da un diplomatico francese, circa 300 famiglie di Belgio e Francia avrebbero pagato tra i tremila e i seimila euro per accogliere ciascun bambino.