ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: il governo deciso a un'offensiva contro i curdi in Iraq, uccisi venti guerriglieri nell'est

Lettura in corso:

Turchia: il governo deciso a un'offensiva contro i curdi in Iraq, uccisi venti guerriglieri nell'est

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito turco ha ucciso venti guerriglieri del Pkk, mentre il governo attraverso il ministro degli Esteri ha confermato che un intervento militare contro i separatisti in Iraq resta sul tavolo. Gli scontri tra soldati di Ankara e ribelli curdi sono avvenuti nella provincia orientale di Tunceli.

Nell’est del Paese sono schierati oltre centomila soldati pronti a sconfinare in Iraq per una vasta offensiva contro i separatisti: tremila secondo Ankara sono rifugiati nel Kurdistan iracheno.

Ad aumentare la tensione un’esplosione avvenuta durante una dimostrazione contro il Pkk ad Izmit, nell’ovest della Turchia. Tre persone sono rimaste ferite.

A Istanbul sono scesi in strada sostenitori del partito dei lavoratori del Kurdistan: armati di molotov si sono scontrati con la polizia che li ha respinti con gas lacrimogeni.

Sempre a Istanbul una maratona sul Bosforo si è trasformata in una manifestazione anti Pkk: migliaia di persone hanno attraversato la città intonando inni patriottici e slogan antiamericani.
Gli Stati Uniti sono contrari a un’intervento militare in Iraq, ieri difeso di nuovo con fermezza dal premier turco Erdogan.