ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Chiesa beatifica 498 martiri della guerra civile spagnola uccisi dai repubblicani

Lettura in corso:

La Chiesa beatifica 498 martiri della guerra civile spagnola uccisi dai repubblicani

Dimensioni di testo Aa Aa

La Chiesa cattolica celebra la più grande beatificazione di massa, preceduta da numerose polemiche. A piazza San Pietro a Roma il cardinale Josè Saraiva Martins ha proclamato beati 498 martiri delle persecuzioni avvenute durante la guerra civile spagnola. Si tratta di religiosi uccisi dai repubblicani tra il ’34 e il ’37 soprattutto dopo il sostegno ufficiale della Chiesa alla dittatura di Francisco Franco.

In Spagna la settimana prossima il parlamento si esprime sulla legge sulla memoria storica, proposta dal governo socialista, a favore delle vittime della repressione franchista. Stabilisce il ritiro da strade e edifici pubblici dei simboli della dittatura.

L’episcopato spagnolo, contrario alla legge, ha ribadito più volte che la beatificazione è il frutto della riconciliazione e non del risentimento.

Alla cerimonia il governo spagnolo era rappresentato dal ministro degli Esteri Moratinos, l’opposizione di destra ha inviato alcuni deputati. Giovanni Paolo II aveva già beatificato centinaia di martiri della guerra civile.