ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sciolto il governo in Kyrgyzstan, in attesa delle elezioni. Ma si teme per la democrazia interna

Lettura in corso:

Sciolto il governo in Kyrgyzstan, in attesa delle elezioni. Ma si teme per la democrazia interna

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente del Kyrgyzstan, Bakiyev, ha firmato le dimissioni del governo, recependo le disposizioni della nuova costituzione del paese. Il presidente ha precisato che il primo ministro e il suo gabinetto manterranno le loro funzioni fino alle elezioni legislative, che si terranno il prossimo 16 dicembre. Dopo quella data, il parlamento proporrà a Bakiyev un nuovo governo.
Politicamente instabile da diversi mesi, l’ex paese sovietico ospita ora una base militare americana e una russa, giocando un ruolo importante per l’equilibrio dell’Asia centrale.

Domenica scorsa un referendum ha dato il via al nuovo assetto costituzionale, criticato dagli Stati Uniti perche’ darebbe troppo potere allo stesso presidente. In effetti, un emendamento legato al referendum cambia il sistema elettorale in proporzionale, favorendo il partito che sostiene Bakiyev.