ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legge Volkswagen: la Germania è condannata

Lettura in corso:

Legge Volkswagen: la Germania è condannata

Dimensioni di testo Aa Aa

La corte di giustizia del Lussemburgo ha condannato la Germania per violazione della libera circolazione dei capitali. I giudice della piu’ alta giurisdizione europea hanno stabilito che la legge Volkswagen, in vigore dal 1960 e che protegge la casa del Maggiolino da eventuali tentataivi di scalata, è contraria alle legislazione in materia.

Oggi il capitale del primo gruppo automoblistico europea è divisoa tra il land della Bassa Sassonia e Poerche che detiene il 31%. In partica a Wofsburg, sede della Volkswagen vige il principio del capitalismo renano secondo cui a governare l’azienda è un team formato da dirigenti e da sindacati.

Di qui il ricorso della Commisione di Bruxelles presentato nel 2005 e accettato dai giudici. “E’ la prova, dice quest’analista che Porsche abbia molte piu’ azioni del 31% fino al 50% e una volta accettata la norma Porsche potrà ulteriormente salire e acquisire la maggioranza dei titoli Volkswagen”

A questo punto, fanno notare a Bruxelles, è il governo di Berlino che deve cambiare la legge al piu presto per adeguarsi agli standard europei. Quanto ai tempi, nonostante l’ottimismo dell’Unione, conviene essere cauti anche perchè nel caso Volkswagen è in gioco la pace sociale.