ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Escalation di violenza alla frontiera tra Turchia e Iraq

Lettura in corso:

Escalation di violenza alla frontiera tra Turchia e Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

I militari turchi sono caduti in un’imboscata tesa dalla guerriglia curda del PKK. Tra i dodici e i sedici soldati di Ankara sono rimasti uccisi, una quindicina feriti e una decina sono stati rapiti. I guerriglieri morti, secondo l’esercito turco, sono 32. Il presidente turco Abdullah Gül presidederà una riunione di crisi dello Stato maggiore convocata dal primo ministro turco Erdogan.

Nei giorni scorsi il Parlamento ha dato il via libera a un’incursione militare nel Kurdistan iracheno per distruggere le basi della guerriglia curda. Il presidente del Kurdistan iracheno Massud Barzani, che ha incontrato il presidente iracheno talabeni anch’egli curdo, ha detto che non consegnerà mai alla Turchia i capi del PKK. E che se attaccati i curdi dell’Iraq si difenderanno.

In mattinata l’esercito turco ha bombardato con l’artiglieria alcuni villaggi del Kurdistan iracheno, ma non ci sarebbero state vittime. E nella giornata l’aviazione avrebbe distrutto un ponte a Dohuk. Nella stessa provincia turca dove c‘è stata l’imboscata è esplosa una mina al passaggio di un minibus. Un civile è rimasto ucciso e tredici sono rimasti feriti.