ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giovedi nero per i trasporti. Scioperi in francia contro la riforma delle pensioni

Lettura in corso:

Giovedi nero per i trasporti. Scioperi in francia contro la riforma delle pensioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla serata di mercoledi e per ventiquattro ore la Francia resterà paralizzata dagli scioperi contro la riforma dei regimi pensionistici speciali.

Una riforma fortemente voluta dal presidente Sarkozy, che del riassetto del settore previdenziale aveva fatto uno dei punti qualificanti del suo programma.

“Il diritto di sciopero è un diritto costituzionale, e io posso comprendere anche la preoccupazione di chi sciopera. Ma io sono stato eletto col compito di riformare e modernizzare il paese. Lo faremo col dialogo, con la mano tesa, rispettando le persone. Ma si sappia che per ciò che reputo necessario mi batterò fino in fondo”.

La riforma dei regimi speciali punta ad innalzare i minimi contributivi per i dipendenti di alcune società a maggioranza pubblica come la compagnia elettrica Edf o quella ferroviaria Sncf, portandoli dagli attuali 37 anni e mezzo a 40.

La nuova regolamentazione mira anche a ridurre il deficit delle stesse imprese soprattutto tagliando i vantaggi del settore rispetto sia al comparto privato che a quello della amministrazione pubblica.

La riforma dell’intero settore previdenzale prevede una ulteriore scadenza per il prossimo anno, quando dovrebbe venire innalzata da 40 a 41 anni l’anzianità contributiva per tutte le categorie.