ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ambiente, sviluppo sostenibile e Taiwan nella relazione al Congresso del Partito comunista cinese

Lettura in corso:

Ambiente, sviluppo sostenibile e Taiwan nella relazione al Congresso del Partito comunista cinese

Dimensioni di testo Aa Aa

“Pechino non abbandonerà mai gli sforzi per una pacifica riunificazione con Taiwan”. Lo ha detto parlando al 17. congresso del partito comunista cinese il segretario Hu Jin Tao, il quale ha però sottolineato che tra le opzioni possibili non vi è quella dell’indipendenza.

Il numero uno del Pcc ha poi affrontato altri temi, promettendo una crescita economica più equilibrata, un nuovo impulso verso le riforme politiche e una attenzione accresciuta alla sostenibilità dello sviluppo.

Davanti agli oltre duemila delegati Hu Jin Tao ha più volte usato il termine “democrazia”, ma il significato che nello sterminato paese comunista da un miliardo e trecento milioni di abitanti si attribuisce a questo termine non è lo stesso di quello che ha in occidente.

Una differenza destinata ad emergere nel 2008, quando in coincidenza coi giochi olimpici di Pechino, Taiwan terrà un referendum sulla propria indipendenza. Per Willy Lam, analista politico di Hong Kong, non c‘è da attendersi che Pechino riconosca il diritto all’autodeterminazione dell’isola – che può a sua volta contare sull’aiuto militare di Washington.

Tra le novità annunciate da Jin Tao anche un ammodernamento del settore militare che riguarderà tanto la teoria bellica quanto la tecnologia e l’organizzazione materiale.