ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: Il governo preme per un intervento militare contro il Pkk in Iraq, i separatisti curdi pronti ad affrontare il partito al potere

Lettura in corso:

Turchia: Il governo preme per un intervento militare contro il Pkk in Iraq, i separatisti curdi pronti ad affrontare il partito al potere

Dimensioni di testo Aa Aa

I ribelli curdi del Pkk rispondono con toni duri al governo turco deciso a far approvare in parlamento un intervento militare in Iraq per dare la caccia ai separatisti. Il partito dei lavoratori ha annunciato in un comunicato che è pronto a spostarsi dal nord dell’Iraq verso la Turchia e a colpire il partito di governo, l’Akp, e il Chp, il partito kemalista. Il premier Recep Tayyp Erdogan ha affermato che andrà avanti nonostante la disapprovazione della comunità internazionale per far approvare incursioni nel nord dell’Iraq dove Ankara ritiene siano rifugiati 3000 combattenti del Pkk.

Un’iniziativa osteggiata dagli Stati Uniti le cui relazioni con la Turchia secondo Erdogan sono messe a rischio già da un altra vicenda: l’approvazione da parte della commissione Esteri del Congresso americano della risoluzione sul genocidio armeno sotto l’impero ottomano.

Il Kurdistan iracheno, dove i curdi godono di un’ampia autonomia, è l’area relativamente più sicura dell’Iraq. Qui si teme che un intervento militare possa mettere a rischio la stabilità della regione.