ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I templari non erano eretici, dopo 700 anni sarà resa pubblica l'assoluzione pronunciata da Papa Clemente V

Lettura in corso:

I templari non erano eretici, dopo 700 anni sarà resa pubblica l'assoluzione pronunciata da Papa Clemente V

Dimensioni di testo Aa Aa

Giustizia fatta. Dopo 700 anni. Sarà presto pubblicato un documento ritrovato negli archivi vaticani che solleva l’ordine cristiano dei Templari dalle accuse di eresia. I verbali del processo aperto nel 1307 contro i cavalieri saranno presentati il 25 ottobre e riprodotti in 799 copie al prezzo di 5900 euro l’una. Fondato nel 1119 per proteggere i pellegrini cristiani in visita a Gerusalemme, l’ordine fu perseguitato alla fine del 1200 dal re Filippo di Francia che lo accusava di rinnegare Cristo.

Seguì una battaglia politica tra la monarchia e Papa Clemente V che pubblicò l’atto di Chinon, ritrovato nel 2001. Il Papa assolse l’ordine, ma con un compromesso: lo sospese e presto scomparve.

L’Ordine aveva accumulato enormi ricchezze e aveva contribuito a finanziare le guerre dei sovrani europei. Il suo patrimonio è stato trasferito ad altre istituzioni: la sua sede sull’Aventino a Roma ora appartiene ai cavalieri di Malta.