ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ergastolo per l'assassino razzista di Anversa

Lettura in corso:

Ergastolo per l'assassino razzista di Anversa

Dimensioni di testo Aa Aa

Condanna esemplare nel processo contro l’assassino razzista di Anversa. È stato condannato all’ergastolo il giovane che aveva ucciso per motivi razziali una bambina e la sua babysitter di colore e aveva ferito una donna turca.

Il diciannovenne Hans Van Themsche si era procurato un fucile da caccia e si era spinto nel quartiere di Anversa dove c‘è la più grande concentrazione d’immigrati. Aveva freddato Luna Drowart, una bambina di 2 anni, e la sua baby sitter Ulematu Niangadu di 24 anni mentre erano a passeggio.

Poi aveva cercato di uccidere una donna turca velata, rimasta ferita gravemente. La sua folle corsa venne fermata da un poliziotto che lo ferì con un colpo d’arma da fuoco.

“Non sono più in mezzo a noi – dice lo zio della baby sitter uccisa -. Bisogna accettarlo. Credo che questo verdetto ci possa aiutare ad accettare quello che è successo. Non è facile ma credo che ce la faremo”.

Kris Luyckx è l’avvocato della famiglia di Ulematu Niangadu:

“Non è veramente una sorpresa. Ma è confortante per i miei clienti sapere, per loro che vengono da un altro paese, che non conoscono il Beglio… che fatti del genere non vengono accettati in questo paese”.

Il duplice delitto del maggio 2006 aveva provocato un’ondata di sdegno in Belgio anche perché il giovane condannato è membro di una famiglia con simpatie per l’estrema destra fiamminga.