ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, contractors statunitensi uccidono due donne. Il governo condanna l'episodio

Lettura in corso:

Iraq, contractors statunitensi uccidono due donne. Il governo condanna l'episodio

Dimensioni di testo Aa Aa

Solleva nuove polemiche in Iraq l’ennesimo incidente che vede coinvolti gli uomini armati delle società di sicurezza private.

Due donne appartenenti alla minoranza cristiana le vittime, rimaste uccise dal fuoco dei contractors che si sarebbero sentiti minacciati dall’auto su cui viaggiavano le due irachene.

Il governo ha duramente condannato l’accaduto. Ieri le autorità di Baghdad avevano formalmente avanzato una domanda di risarcimento per le 17 vittime provocate il mese scorso degli uomini della Blackwater.

Ma sul ruolo dei contractors, che vanno aumentando di numero via via che le truppe della coalizioni lasciano il paese, la tensione in Iraq è già alta.

“Come donna protesto per questi atti di terrorismo”, dice una abitante della capitale. “Chi prova a impedire che accadano? Il governo che fa?”.

Le accuse più dure erano piovute nei mesi scorsi su una delle principali compagnie di sicurezza privata, la Blackwater, che lavora in Iraq per conto degli Stati Uniti, e come gli altri contractors, gode dell’immunità dalla legge irachena.

Accuse che avevano finito per far scattare controlli sull’attività dei militari privati e interessare del problema una Commissione del Senato statunitense.