ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nicolas Sarkozy, dietro i toni duri due leader che si somigliano

Lettura in corso:

Nicolas Sarkozy, dietro i toni duri due leader che si somigliano

Dimensioni di testo Aa Aa

La rottura promessa da Nicolas Sarkozy non ha risparmiato le relazioni tra Mosca e Parigi. Prima ancora di insediarsi all’Eliseo, il candidato Sarkozy aveva apertamente criticato la repressione russa in Cecenia, arrivando al punto di rimproverare Jacques Chirac per aver stretto la mano al capo del Cremlino.

Eletto presidente, non ha cambiato tono. Anzi, ad agosto ha accusato Mosca di volersi imporre sulla scena internazionale con il ricatto di gas e petrolio. E, tanto per chiarire da che parte sta la Francia, ha aggiunto: “Sono tra quelli che pensano che l’amicizia tra la Francia e gli Stati Uniti non sia meno importante oggi di quanto lo è stata negli ultimi due secoli”.

Un discorso che non era fatto per piacere a Vladimir Putin, il quale, tra parentesi, aveva aspettato 48 ore prima di congratularsi con Sarkozy in occasione della sua vittoria elettorale.

Eppure, quando i due capi di stato si sono incontrati per la prima volta a Heiligendam, per i lavori del G8, l’impatto non è stato negativo. Anzi, gli analisti si sono affrettati a sottolineare gli aspetti che li accomunano: Sotto il profilo dell’immagine, una specie di ossessione per la forma fisica, esibita davanti alle telecamere. E sul piano politico, una certa dose di pragmatismo, che li autorizza a privilegiare gli aspetti concreti, secondo la massima del fine che giustifica i mezzi.

L’analista Dominique Moisi: “L’immagine che sarkozy vuole trasmettere è di modernità: Sono un presidente nuovo perché sono giovane”.

I rotocalchi si sono sbizzarriti, nel corso dell’estate, a pubblicare le immagini di Putin e Sarkozy in versione macho, in tenuta sportiva, o senza maglietta.

Elena Vassilieva, capo-redattrice di Cosmopolitan: “Putin è in gran forma e si vede. Quando sono uscite le foto che lo riprendono mezzo nudo per molti sarà stato uno shock, ma per la maggioranza dell donne, in Russia, credo che sia stato un vero e proprio regalo”.

Putin e Sarkozy tornano ora a incontrarsi, mettendo nuovamente alla prova le relazioni franco-russe.