ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Leader Batasuna: arresti come "dichiarazione di guerra"

Lettura in corso:

Leader Batasuna: arresti come "dichiarazione di guerra"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono stati trasferiti a Madrid i 23 membri di Batasuna arrestati giovedì scorso a Segura, nel nord della Spagna. I militanti del partito, considerato ala politica dell’organizzazione separatista basca Eta e fuorilegge dal 2003, saranno così a disposizione del giudice Baltasar Garzon, che ne ha ordinato l’arresto. Il principale dirigente in libertà di Batasuna, Pernardo Barrena, da San Sebastian, ha denunciato la retata definendola una “dichiarazione di guerra da parte del governo spagnolo al movimento indipendentista basco”.

L’operazione di polizia è avvenuta durante una riunione clandestina di Batasuna nella quale si discuteva della riorganizzazione interna. Mariano Rajoy, presidente del Partito Popolare ha espresso il pieno sostegno al governo per l’operazione. “E’ necessario – ha detto – che il primo ministro indichi con fermezza che non intende più riprendere i negoziati con un’organizzazione terroristica”.

Gli arresti hanno scatenato una serie di proteste. Batasuna la considera come una vendetta per la rottura della tregua da parte dell’Eta lo scorso giugno, nonché una mossa politica a pochi mesi dal voto generale del prossimo marzo.