ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, Putin trova la formula per rimanere al comando

Lettura in corso:

Russia, Putin trova la formula per rimanere al comando

Dimensioni di testo Aa Aa

Come lasciare il potere senza lasciarlo davvero? La formula non è stata inventata da Vladimir Putin, ma il capo del Cremlino l’ha adattata alla realtà politica della Russia. A soli 55 anni e con un indice di popolarità vicino al 70 per cento, guiderà il partito Russia Unita alle legislative del 2 dicembre, puntando a diventare il futuro primo ministro.

L’analista Nicolai Petrov sostiene che il potere non ha logorato Putin, che è anzi diventato più forte. “Adora comandare – sostiene – ha concepito un sistema personalistico del potere e potrebbe approfittarne ancora per molto tempo”.

Le previsioni attribuiscono a Russia Unita tra il 45 e il 55% dei voti. Ma con Putin in campo potrebbe fare il pieno. Il primo ministro Viktor Zubkov diventerebbe il nuovo capo del Cremlino alle presidenziali di marzo. Lui o uno dei suoi vice premier, Serguei Ivanov e Dimitri Medvedev. Tutti hanno il profilo giusto per lo scenario concepito da Putin: un presidente ombra e un primo ministro forte.

A lottare contro il mega partito, c‘è un’opposizione liberale che rischia di presentarsi divisa all’appuntamento delle presidenziali. Il candidato ufficiale, l’ex campione di scacchi Garry Kasparov, dovrà forse vedersela con l’ex premier Mikhail Kassianov. In ogni caso, solo il 3% degli elettori sembra orientato a votare per il movimento Altra Russia.

Anche il dissidente sovietico Vladimir Bukovsky, intervistato da Euronews, aderisce alla lotta contro il Cremlino di Putin. “Quello che Kasparov e io stiamo cercando di fare è preservare l’istituto delle elezioni in democrazia. Voglio dire, se non ci fossimo noi dell’opposizione, le elezioni sarebbero solo uno show destinato a confermare il candidato scelto da Putin. E niente avrebbe senso”.

In ultima analisi, solo i comunisti guidati da Gennadi Ziuganov hanno la possibilità concreta di entrare a far parte della Duma, il parlamento russo. Con una previsione di voto tra il 15 e il 20% sembrano orientati a superare la soglia di sbarramento.