ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UBS prevede forti perdite nel terzo trimestre

Lettura in corso:

UBS prevede forti perdite nel terzo trimestre

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ panico all’Union des banques suisses, ubs, primo gruppo di credito elevetico e terzo in Europa dopo l’avvertimento di una mega perdita nei conti relativi al terzo trimestre. E’ l’efetto dell’esposizione sui mercato dei crediti immobiliari
negli Stati Uniti.

Una tegola caduta sulla testa di Marcel Rohner, il neo presidente e amministratore della banca svizzera chiamato in tutta fretta lo scorso luglio a prendere le redini dell’Ubs.

Una vera e propria bomba sui conti che nel primo e secondo trimestre dell’anno godevano ottima slaute con utili di circa quattro miliardi di euro nel periodo compreso tra aprile e giugno. Invece le previsioni sono per un deficit intorno ai 400 milioni di euro.

Già l’anno scorso, dice Rohner, sapevamo delle difficoltà de settore dei mutui ameircani, ma quello che abbiamo dovuto constatare nel terzo trimestre del 2007, è andato al di là delle previsioni”

A Zurigo il management spera comunque di riuscire a chiduere i conti dei primi nove mesi dell’anno in corso con un utile nettto di circa sei miliardi di euro.

E l’effetto subprime non coivolge solo l’Ubs. L’altra grande banca della Confederazione elvetica il Crédit Suisse ha lanciato un avvertimento secondo cui le perdite saranno importanti nel terzo trimestre del 2007.