ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giudicato in Belgio l'assassino "razzista" di Anversa

Lettura in corso:

Giudicato in Belgio l'assassino "razzista" di Anversa

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla sbarra in Belgio l’uomo che aveva ucciso per motivi razziali una bambina e la sua babysitter di colore e aveva ferito una donna turca. Il tribunale di Anversa si riunisce più di un anno dopo i fatti che avevano profondamente turbato il paese.

Il 19enne Hans Van Themsche si era procurato un fucile da caccia e si era spinto nel quartiere di Anversa dove c‘è la più grande concentrazione d’immigrati. Aveva freddato Luna Drowart, una bambina di 2 anni, e la sua baby sitter Oulematu Niangadou di 24 anni mentre erano a passeggio.

Poi aveva cercato di uccidere una donna turca velata, rimasta ferita gravemente. La sua folle corsa venne fermata da un poliziotto che lo ferì con un colpo d’arma da fuoco.

Il giovane, che ha riconosciuto il razzismo come movente del suo gesto e rischia l’ergastolo, viene da una famiglia fiamminga di estrema destra.