ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Myanmar: l'inviato dell'ONU incontra Aung San Suu Kyi e i generali

Lettura in corso:

Myanmar: l'inviato dell'ONU incontra Aung San Suu Kyi e i generali

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inviato speciale dell’ONU, Ibrahim Gambari, ha potuto incontrare la leder dissidente birmana, Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace, che si trova agli arresti domiciliari dal 2003. I due hanno discusso per oltre un’ora sulla situazione del paese, con le manifestazioni quotidiane e la dura repressione da parte della giunta militare. Gambari, ex generale ed ex ministro degli esteri nigeriano, in precedenza si era intrattenuto con alcuni esponenti del regime, ma non ancora con il generale Than Shwe, a capo della giunta.

L’inviato si è comunque recato di nuovo a Naypydaw, il villaggio eletto a capitale dalla giunta, mentre a Rangoon gruppuscoli di manifestanti tornavano a sfidare polizia ed esercito. Ma non si può parlare di vere e proprie manifestazioni, contrariamente a quanto avvenuto in altre città del mondo.

Come a Londra, dove hanno protestato alcune centinaia di persone, per il terzo giorno consecutivo. E domani nuova protesta, davanti all’ambasciata della Germania, accusata di bloccare le sanzioni europee. Manifestazioni simili si erano svolte nei giorni scorsi in tutto il mondo.