ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

OMV alla conquista dell'Ungheria

Lettura in corso:

OMV alla conquista dell'Ungheria

Dimensioni di testo Aa Aa

Allargarsi a est. É l’obiettivo dell’austriaca OMV, prima società petrolifera dell’Europa centrale che ha individuato in Ungheria l’oggetto dei propri desideri.

Si tratta di Mol Nyrt, azienda dello stesso settore, piccola, dinamica, l’ideale per i gusti dell’azienda austriaca che ha lo stato come azionista di riferimento.

Su Mol Nyrt, OMV ha lanciato un’offerta ostile da 14 miliardi di euro.

Con questa operazione la società austriaca dell’energia intende consolidare la propria leadership nell’Europa centrale. Nel 2006 ha fatto registrare un fatturato di 19 miliardi di euro che la colloca davanti alla polacca PKN e all’azienda ungherese con la quale vorrebbe fondersi.

Ma l’operazione sulla quale si sta impegnando OMV non piace al consiglio di amministrazione di Mol e neppure allo stato ungherese che teme un’invasione straniera in un settore strategico per la sicurezza nazionale come quello dell’energia.

Per il momento la società austriaca, che possiede già il 20,2% della preda, ha incassato due no, ma non ha intenzione di recedere, perchè sa di avere argomenti convincenti per far ricredere gli scettici.

Potrebbe presentare un’offerta piú ghiotta, o conquistare l’appoggio dei piccoli azionisti. Per fare il pieno a est, non c‘è fretta.