ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora poche donne ai posti di comando delle imprese, Italia fanalino di coda

Lettura in corso:

Ancora poche donne ai posti di comando delle imprese, Italia fanalino di coda

Ancora poche donne ai posti di comando delle imprese, Italia fanalino di coda
Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano a essere una sparuta minoranze le donne che occupano i posti di comando delle imprese. A parte qualche eccezione, come per esempio Patricia Russo, alla testa del gigante franco americano Alcatel Lucent, o di Anne marie Ydrac, che guida la società delle ferrovie francesi SNCF, l’uguaglianza dei sessi è di là da venire.

L’ennesima conferma proviene dall’organizzazione Corporate Women Directors International. Secondo uno studio, le donne che ricoprono una carica direttiva sono in media l’11,2%. E ci sono grosse disparità all’interno dei singoli Stati. I più virtuosi sono gli Usa e il Regno Unito, seguiti da Germania e Francia, mentre sono messi male Italia e Giappone.

La società più femminile è il gruppo di distribuzione olandese Royal Ahold, con 4 donne su 7 posti nel consiglio di amministrazione. Ma sono attente alle pari opportunità anche le americane Johnson and Johnson e Hewlett-Packard.