ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora poche donne ai posti di comando delle imprese, Italia fanalino di coda

Lettura in corso:

Ancora poche donne ai posti di comando delle imprese, Italia fanalino di coda

Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano a essere una sparuta minoranze le donne che occupano i posti di comando delle imprese. A parte qualche eccezione, come per esempio Patricia Russo, alla testa del gigante franco americano Alcatel Lucent, o di Anne marie Ydrac, che guida la società delle ferrovie francesi SNCF, l’uguaglianza dei sessi è di là da venire.

L’ennesima conferma proviene dall’organizzazione Corporate Women Directors International. Secondo uno studio, le donne che ricoprono una carica direttiva sono in media l’11,2%. E ci sono grosse disparità all’interno dei singoli Stati. I più virtuosi sono gli Usa e il Regno Unito, seguiti da Germania e Francia, mentre sono messi male Italia e Giappone.

La società più femminile è il gruppo di distribuzione olandese Royal Ahold, con 4 donne su 7 posti nel consiglio di amministrazione. Ma sono attente alle pari opportunità anche le americane Johnson and Johnson e Hewlett-Packard.