ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera verso il voto: a Losanna manifestazioni anti-Blocher

Lettura in corso:

Svizzera verso il voto: a Losanna manifestazioni anti-Blocher

Dimensioni di testo Aa Aa

A un mese dalle elezioni federali, in Svizzera la campagna elettorale si fa dura. A Losanna, una manifestazione pacifica di giovani anti-razzisti si è trasformata in una protesta violenta contro Cristoph Blocher. Ministro della giustizia e leader del partito della destra nazionalista Udc, Blocher, che alle elezioni del 2003 conquisto’ la maggioranza relativa in Parlamento, si presenta al voto di quest’anno con un pacchetto di riforme sull’immigrazione che rischia di far diventare la Svizzera il paese più chiuso d’Europa: espellere subito gli stranieri con una condanna penale, ma persino cacciar via l’intera famiglia di un minore sotto i 16 anni che abbia commesso un reato.

Una proposta che allarma l’opinione pubblica: “non facciamo affatto pubblicità a Blocher – dice una manifestante. La si fa alle idee pure contro di lui. Bisogna parlare delle cose gravi quando succedono. E credo che Christophe Blocher sia una cosa grave per la Svizzera”

Il ministro non si scoraggia e rilancia con una televisione su Internet tutta sua. Ne nega i fini elettorali, ma l’Ufficio federale delle comunicazioni sta indagando se si tratti di pubblicità politica illecita. Un’altra provocazione, il “Blocher Show”, dopo quella, altrettanto discussa, del manifesto con le tre pecore bianche sopra la bandiera svizzera che spingono fuori una pecora nera, con un bel calcio nei posteriori.