ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Carla del Ponte a Belgrado, per valutare la volontà di cooperare della Serbia.

Lettura in corso:

Carla del Ponte a Belgrado, per valutare la volontà di cooperare della Serbia.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministro serbo Rasim Ljajic ha accolto a Belgrado il procuratore generale dell’Aja Carla del Ponte. Alta la posta in gioco in questa visita: la del Ponte deve presentare una relazione all’Unione europea, determinante per la firma di un Accordo di stabilizzazione e di associazione.

I negoziati con Bruxelles erano stati sospesi l’anno scorso per la scarsa volontà, mostrata da Belgrado, di arrivare all’arresto di Ratko Mladic e Radovan Karadzic. Ed è sempre alla consegna dei due superricercati per genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità che è legato il futuro della Serbia in Europa.

Nei giorni scorsi il figlio di Karadzic, Sasa è stato arrestato a Belgrado, interrogato e espulso dalla Serbia. Una volta tornato in Bosnia è stato arrestato e interrogato per diverse ore dalla polizia bosniaca.