ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ai negoziati di Londra il Kosovo insiste sulla piena indipendenza

Lettura in corso:

Ai negoziati di Londra il Kosovo insiste sulla piena indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

A Londra è stata la volta dei kosovari. La Serbia e le autorità della provincia albanofona stanno negoziando in campo neutro e per ora non faccia a faccia. Nella capitale britannica martedì sono stati i serbi a incontrare il gruppo di mediatori europei, statunitensi e russi che ieri hanno poi visto il premier del Kosovo Agim Ceku: “Abbiamo ribadito che per noi l’indipendenza è cosa fatta – ha detto Ceku -. Abbiamo chiarito ancora una volta che l’indipendenza non è qualcosa a cui guardiamo in questa fase. L’indipendenza è il punto iniziale per la continuazione di questo processo”.

Questa tornata di trattative si svolge su richiesta della Russia che prima dell’estate ha impedito che il Consiglio di sicurezza dell’Onu sancisse l’indipendenza del Kosovo. Molti pensano che questi nuovi incontri siano una perdita di tempo: “Queste discussioni allargate fra Pristina e Belgrado probabilmente non porteranno ad alcun risultato perché le due parti hanno posizioni e visioni diametralmente opposte”, dice un analista kosovaro.

I mediatori internazionali dovranno consegnare le loro conclusioni entro il 10 dicembre. Per quell’occasione in Kosovo si teme lo scoppio di violenze. Comunque vadano le cose, la Nato ieri ha fatto sapere di essere pronta a fronteggiare la situazione.