ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: si riparla dell'autorizzazione del velo islamico nelle università

Lettura in corso:

Turchia: si riparla dell'autorizzazione del velo islamico nelle università

Turchia: si riparla dell'autorizzazione del velo islamico nelle università
Dimensioni di testo Aa Aa

Il dibattito sulla nuova costituzione turca inciampa sul velo. Il governo, che è in mano agli islamici moderati, ha proposto di autorizzarlo nelle università, ma gli apparati dello stato hanno subito parlato di attentato alla laicità. La Turchia è un paese mussulmano, dove però il secolarismo, nel nome del padre della patria Atatürk, è difeso a spada tratta dall’esercito, dalla magistratura e dall’elite dell’amministrazione.

L’argomento del premier Recep Tayyip Erdogan è che sono in gioco le libertà individuali, perché una ragazza che abbia scelto di portare il velo, seguendo il precetto islamico, non può assistere alle lezioni. I difensori della laicità rispondono che autorizzare il velo, porterebbe all’ostracismo contro le studentesse vestite all’occidentale.

Il 46% dei voti ottenuti alle ultime elezioni consente a Erdogan una grande libertà di movimento, tanto più che ora anche la presidenza è in mano al suo partito, dopo la nomina di Abdullah Gül. E c‘è da precisare che le mogli dei due uomini politici portano il velo.

E’ l’Unione Europea a insistere per le modifiche alla costituzione che risale al colpo di stato dell’82. Erdogan assicura di voler cercare il consenso e la concertazione.