ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Myanmar, nuova manifestazione dei monaci a Sitwe contro la giunta

Lettura in corso:

Myanmar, nuova manifestazione dei monaci a Sitwe contro la giunta

Dimensioni di testo Aa Aa

I monaci tornano a protestare a Myanmar, all’indomani di una manifestazione repressa dalla giunta militare birmana con gas lacrimogeni e colpi di avvertimento. In migliaia hanno marciato pacificamente a Sitwe, nel nord est del paese. Nessuno slogan, nessuna rivendicazione. Solo canti religiosi. E ai civili il consiglio di non unirsi alla marcia.

Le proteste sono rivolte contro gli aumenti vertiginosi dei prezzi del carburante e di alcuni generi alimentari di largo consumo. E per la giunta militare che governa il paese dal 1962, sono un segnale che la tensione sta aumentando.

Ieri, monaci e civili hanno manifestato insieme, sempre a Sittwe, prima di essere dispersi dalle forze dell’ordine. Da due giorni, la pagoda di Shwedagon, il tempio più sacro del paese, è chiusa per ordine delle autorità. Anche questo un segnale di avvertimento ai monaci, che hanno deciso di rifiutare le offerte presentate dai militari e dai loro simpatizzanti. Gli oppositori del regime, come il premio nobel per la pace Aung San Suu Kyi, sono da tempo agli arresti domiciliari.