ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cambogia: in manette ex numero due regime Khmer Rossi

Lettura in corso:

Cambogia: in manette ex numero due regime Khmer Rossi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il più alto responsabile ancora in vita ed ex numero due del regime cambogiano dei Khmer Rossi Nuon Chea è stato arrestato in Cambogia. La cattura è avvenuta nella sua abitazione nella regione di Pailin, nel nord ovest del Paese, ai confini con la Thailandia. Prima di essere arrestato e trasferito in elicottero nella capitale Phnom Penh, Nuon Chea era stato interrogato dalla polizia e dai responsabili del tribunale del genocidio, incaricato dall’Onu di giudicare i più gravi crimini commessi sotto il regime dei Khmer Rossi.

Nuon Chea, 82 anni, è conosciuto anche come “Fratello numero due”, il braccio destro del leader dei Khmer Rossi, Pol Pot, morto nel 1998 senza essere giudicato. E’ considereato l’ideologo del regime e mandante della maggior parte delle sanguinose purghe di cui si sarebbe reso responsabile il partito comunista cambogiano. Tra il 1975 e il 1979, circa due milioni di persone – un quarto della popolazione – sono state uccise sotto il regime maoista dei Khmer Rossi.