ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione Francia-Iran su nucleare iraniano

Lettura in corso:

Tensione Francia-Iran su nucleare iraniano

Dimensioni di testo Aa Aa

La tensione è ai massimi livelli tra Parigi e Teheran dopo che il ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner ha lanciato il suo affondo sul nucleare iraniano. Kouchner ha dichiarato che la comunità internazionale deve prepararsi al peggio nella crisi. E il peggio significa guerra. Il dossier è finito sul tavolo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, che a Vienna ne ha discusso a margine dei lavori del Congresso generale. Per voce del vice presidente iraniano e Capo dell’Agenzia Atomica nazionale, Gholam Reza Aghazadeh, l’Iran ha replicato duramente.

Il direttore dell’Aiea Mohamed El Baradei cerca di smorzare i toni: “Non ho dubbi – ha detto – sul fatto che se i politici siederanno allo stesso tavolo e inizieranno a discutere delle rispettive lagnanze, si potrà andare avanti in modo migliore, invece di dichiarare chi colpirà l’altro per primo”.

Il primo ministro francese François Fillon ammette la forte tensione causata dalle dichiarazioni di Kouchner, ma la diplomazia, dice, resta la prima via da percorrere: “Ciò che il presidente della Repubblica ha deciso sono sanzioni, le più severe possibili, nei confronti del governo iraniano se continuerà nel suo progetto di costruire una forza nucleare autonoma”.

Il 21 settembre all’Onu si discuteranno nuove possibili misure contro Teheran. Il presidente Mahmoud Ahmandinejad ha sempre detto che il nucleare servirà solo per generare elettricità.