ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tailandia: aperte indagini su causa disastro aereo

Lettura in corso:

Tailandia: aperte indagini su causa disastro aereo

Dimensioni di testo Aa Aa

Rottami, polvere, corpi ancora da identificare. Così appare l’aeroporto di Phuket in Tailandia dopo il disastro aereo nel quale hanno perso la vita una novantina di persone e più di quaranta sono rimaste ferite. I mezzi di soccorso sono al lavoro per fare pulizia sulla pista dove si è schiantato l’MD82 della compagnia a basso costo “One To Go”, ma il compito piu penoso resta quello dei parenti di alcune vittime ancora senza un nome.

Il volo era partito da Bangkok ed era diretto verso la stazione balneare thailandese di Phuket. A bordo c’erano, oltre ai sette membri dell’equipaggio, 123 passeggeri, in gran parte turisti stranieri. L’aereo si è schiantato sulla pista di atterraggio, spezzandosi in due e prendendo fuoco. All’origine del disastro, il peggiore nell’aviazione civile del Paese dal 1998, ci sarebbero le cattive condizioni meteo: pioggia battente e forte vento.

Il primo ministro tailandese Surayud Chulanont ha rassicurato: “Il governo è pienamente responsabile nell’identificazione delle vittime – ha detto – nella pulizia della pista, nella riapertura dello scalo e nel prendersi cura dei feriti”. Le due scatole nere del velivolo sono state recuperate. Sono state inviate negli Stati Uniti per essere analizzate. I risultati dovrebbero arrivare entro una settimana.