ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Nuovo video di Bin Laden, Al Qaida punta sulla battaglie delle idee


mondo

Nuovo video di Bin Laden, Al Qaida punta sulla battaglie delle idee

Nel giorno del sesto anniversario dell’11 settembre, Osama Bin Laden diffonde su Internet un nuovo messaggio antiamericano. E’ il 74esimo di al Qaida quest’anno. Secondo gli esperti, l’organizzazione terroristica si è rinnovata dotandosi di un braccio mediatico, per portare avanti la battaglia delle idee.

Nel messaggio di oggi, la voce identificata come quella del capo di Al Qaida elogia Walid al-Shehri, uno dei presunti autori degli attacchi alle Torri Gemelle, noto per il video in cui legge il suo testamento davanti allo sfondo emblematico del World Trade Center in fiamme.

Tre giorno fa, un altro video mostrava un Bin Laden ringiovanito minacciare gli Stati Uniti di intensificare la lotta per mettere fine alla guerra in Iraq. Una dimostrazione di forza, per l’ex magistrato francese dell’anti-terrorismo, Jean-Louis Bruguière: “Credo che questa cassetta dimostri una volta di più che Bin Laden è in grado di spostarsi, nonostante abbia tutto il pianeta alle sue calcagna, soprattutto gli americani. Ciò vuol dire che può contare su una vastissima rete di complicità. E’ questo il vero problema”.

Da sei anni, Bin Laden è l’uomo più ricercato al mondo, la sua testa vale 50 milioni di dollari. Ma nonostante la caccia condotta dagli americani sulle montagne dell’Afghanistan, dove sembra essere fuggito dopo la caduta dei taliban, ufficialmente di lui si sono perse le tracce.

A Kabul, le autorità assucirano che non è in Afghanistan, dove avrebbe troppi nemici per riuscire a nascondersi. Come conferma il ministro degli Esteri afgano Rangeen Dadfer Spanta: “So che non è in Afghanistan, ma non ho informazioni su dove si trovi ora”.

Secondo un rapporto dei servizi segreti americani pubblicato a luglio, i capi di al Qaida tra cui Bin Laden, si sono rifugiati nella regione tribale del Waziristan, in Pakistan, vicino al confine con l’Afghanistan. Islamabad smentisce categoricamente e sfida gli Stati Uniti a portarne le prove. Ma anche per la Germania, in Pakistan sono operativi numerosi e nuovi campi di addestramento di al Qaida. Grazie al sostegno dei capi tribù locali.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

L'ex Premier Sharif tocca il suolo pakistano ma viene subito rispedito in esilio