ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali: si va al ballottaggio, Colom davanti a Molina. Fuori gioco la Menchù

Lettura in corso:

Presidenziali: si va al ballottaggio, Colom davanti a Molina. Fuori gioco la Menchù

Dimensioni di testo Aa Aa

Bisognerà attendere il ballottaggio per conoscere il nome del prossimo Presidente del Guatemala. Con oltre il 70% delle schede scrutinate, si confermano le previsioni: Alvaro Colom, socialdemocratico, e Otto Pèrez Molina, candidato della destra, sono in testa. Ma si sfideranno il 4 novembre, visto che nessuno supera il 50% delle preferenze.

Contrariamente a quanto precedentemente annunciato dalla Commissione Elettorale in testa c‘è però Alvaro Colom, imprenditore, socialdemocratico, leader dell’Unità Nazionale per la Speranza.

Dietro di lui Pérez Molina, leader del Partito Patriottico, dichiara guerra alla criminalità dilagante. A favore della pena di morte, intende impiegare l’esercito per pattugliare le strade.

Ieri le operazioni di voto si sono svolte nell’ordine, ma Colom ha denunciato alcune azioni per intimorire gli elettori.

Nulla di rilevante rispetto alla campagna elettorale di terrore e sangue da poco conclusa, costata la vita a 50 fra militanti e candidati.

“Sono felice ed emozionata” ha dichiarato dal canto suo la Premio Nobel per la Pace Rigoberta Menchù. Esponente del partito di sinistra Incontro per il Guatemala, prima donna a candidarsi alle presidenza, sembra tuttavia destinata a raggiungere a malapena il 3-4% dei suffragi. Tre deputati del suo partito sono stati uccisi.