ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il governo di Bagdad non ha raggiunto ben 11 dei 18 obiettivi fissati dagli Stati Uniti

Lettura in corso:

Il governo di Bagdad non ha raggiunto ben 11 dei 18 obiettivi fissati dagli Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iraq ha completamente fallito oltre due terzi degli obiettivi fissati. A dirlo è un rapporto indipendente presentato ieri al Congresso americano che, sulla base di questo e altri documenti e testimonianze, dovrà decidere se continuare o meno ad appoggiare la strategia di Bush.

Nonostante quest’anno siano stati inviati 30.000 soldati statunitensi in più, il livello di violenza resta elevato, le forze irachene hanno fatto addirittura meno operazioni e le milizie non sono state disarmate. “Non è chiaro se la violenza settaria sia diminuita. Globalmente dal punto di vista della sicurezza a luglio 2007 la situazione, in termini di attacchi giornalieri, era la stessa che a febbraio”, ha detto David Walker, capo dell’ufficio per il controllo sull’operato del governo.

Brutta figura per Bush che alla vigilia della presentazione del rapporto è andato in Iraq per dimostrare che la situazione è più tranquilla. La Casa Bianca ha comunqe minimizzato la portata delle constatazioni.

Sui 18 obiettivi fissati dal Congresso americano lo scorso maggio le autorità irachene ne hanno raggiunti solo 7, quattro dei quali parzialmente.

Mancano all’appello anche una serie di riforme politiche e una legge sulla ridistribuzione del petrolio.