ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il segretario generale dell'Onu in Sudan

Lettura in corso:

Il segretario generale dell'Onu in Sudan

Dimensioni di testo Aa Aa

Da Torino al Sudan. Terminato in Italia un incontro di vertice dell’Onu, il segretario generale Ban Ki Moon si è recato nel Paese africano per dare impulso al processo di pace. Le Nazioni Unite hanno sviluppato un piano in tre punti: il dispiegamento di 26.000 soldati e poliziotti dell’Onu e dell’Unione Africana, l’inizio – possibilmente già dal mese prossimo – di negoziati di pace e l’invio di aiuti umanitari.

L’intervento mira a tamponare il conflitto nella regione del Darfur dove gli scontri tra ribelli e milizie fedeli al governo avrebbero fatto negli ultimi quattro anni e mezzo oltre 200.000 morti. Ban Ki Moon si recherà comunque anche nella parte meridionale del Sudan perché gli accordi di pace che nel 2005 avevano messo fine a un altro conflitto – quello tra Nord e Sud – ultimamente sembrano vacillare.

Il segretario generale andrà poi in altri Paesi, come il confinante Ciad – dove si vorrebbero dispiegare forze dell’Unione Europea. Ufficialmente queste truppe dovrebbero assistere i profughi scappati dal Darfur ma potrebbero anche essere utili, come deterrente, nel caso il governo del Sudan decidesse di non collaborare con l’Onu